domenica 7 ottobre 2012

Sagra del fungo a Pigna

Questo pomeriggio mi sono recata a Pigna per trascorrere qualche ora in compagnia. La sagra del fungo che si è svolta nell'antico borgo, è stata una cornice ideale per pensare solo a cose piacevoli. Ho incontrato tanti amici e ho scattato qualche foto.


La bandina ha come sempre apportato allegria a chi come me ha deciso di passare così la giornata.  Eravamo in tanti a riprova che le sagre paesane che si svolgono nei centri storici dei nostri borghi  ripagano le aspettative di chi le organizza. 

Piazza castello
Piazza XX Settembre
Piazza XX Settembre
Piazza XX Settembre



Nell'attesa che anche a Isolabona ritorni la voglia di organizzare sagre, cari amici pignaschi ci ritroveremo domenica prossima a Buggio per la sagra della caldarrosta.

12 commenti:

  1. Fra funghi, castagne e zucche, questo è un gran periodo per le sagre. Peccato che nella mia zona siano spesso sovraffollate (e quindi non ci vado più...)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Saranno contenti gli organizzatori per il pienone!!!
      Ciao Giulio.

      Elimina
  2. Che bello. Un vero peccato non esserci, e sono parecchi anni che non ci sono. I funghi, poi, hanno qualcosa di magico, di magico mangereccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proprio un vero peccato per....te;))

      Elimina
  3. 60 kg di polenta e quintali di funghi, tutto in diretta.. un vero tour de force. brava Roberta ( da noi niente ordinanze ai bar, anzi, l'augurio è che abbiano fatto affari, questo è anche lo scopo di una festa)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Meglio tacere su questo dolente punto caro Roberto poi, mi sono ripromessa che qui non parlerò più di loro se non a grandi linee.
      Ognuno abbia chi si merita!
      Ero tentata di mettere la foto che vi ho scattato allo stand della polenta poi, mi sono trattenuta.
      A presto.

      Elimina
  4. Capperi per una saga così vale la pena parteciparvi con la presenza della "bandina" che non ci sta male.
    Peccato che a me i funghi non piacciono ma scommetto che c'era anche dell'altro.
    Ciao Roberta,
    aldo.

    RispondiElimina
  5. bellissime le foto....questo sole è ancora caldo e illumina tutto...e il profumo di funghi è fantastico :)

    RispondiElimina
  6. Che funghi!!! Mi piacciono tantissimo, ecco perchè i miei occhi si sono posati prima e subito lì.

    Dev'essere stato un pomeriggio delizioso.

    RispondiElimina
  7. neppure a me piacciono i funghi ma in mezzo a tanta allegria li
    avrei anche mangiati...Bello, bello bello.
    Roberta, le Sagre paesane mi fanno impazzire , l'aria si veste di magia tutta allegra.

    Un abbraccio ciao.

    RispondiElimina
  8. Bella iniziativa sicuramente ben organizzata data la mole di gente che vi ha partecipato. Complimento per le foto. Ciao Roberta grazie per la tua gradita visita.
    Maurizio

    RispondiElimina
  9. Le sagre sono parte integrante della Storia di un paese, indipendentemente che si tratti di funghi, castagne o festa patronale.
    E' un modo per catalizzare l'attenzione, ma soprattutto - secondo me - di invogliare, come hai giustamente affermato .
    Ottimi scatti Roberta, di un centro storico molto bello.

    Ciao, buona serata!

    RispondiElimina

E' possibile commentare nelle seguenti modalità:
1) Google/Blogger: occorre registrarsi gratuitamente a Google/Blogger.
2) OpenID: ancora in fase beta, consente di commentare utilizzando un account comune ad alcune piattaforme.
3) Nome/URL: basta immettere un nome (nick) ed il proprio indirizzo (se si possiede un sito/blog).
Ho dovuto eliminare la possibilità di commento anonimo per troppi commenti spam.