lunedì 7 maggio 2012

I fiori di Maria Pia Luly


Quest'oggi vorrei farvi conoscere un'artista. Maria Pia Luly è un'artista che trasferisce sui fogli da disegno l'amore verso i fiori dipingendoli con gli acquarelli e le matite colorate.  

Conobbi Maria Pia in ambito professionale qualche anno fa. Di lei mi colpì la sua gestualità fine e raffinata. Durante il pomeriggio di studio dedicato a Fortunato Peitavino la rividi, e qualche tempo dopo, ci mettemmo in contatto su Facebook. Fu solo allora che scoprii la sua attività artistica.
Per me che adoro fotografare i fiori, guardare ciò che Maria Pia riesce a fare con gli acquarelli e le matite, mi lascia senza parole. Giudicate anche voi.










Queste sono solo alcune delle sue opere. Sul suo sito potrete trovare altre informazioni  e altre immagini di cui, se amate i fiori, ve ne consiglio la visione. Guarda qui




Maria Pia Luly inizia la sua carriera professionale collaborando con uno studio di tessuti d’arredamento a Nizza. La scelta cade naturalmente sui fiori. Maria Pia crea motivi floreali di grande freschezza, vibranti di colori, luminosi: allegre ghirlande di spighe dorate si inseguono su cieli azzurri, mazzolini campestri si esaltano su fondi che sanno di sole, le rose la fanno da padrone, accese dal blu delle genziane. C’è in queste tavole tutta la felicità di chi si è imbevuto della natura e della luce del Midi e viene istintivo ripensare alle stesse rose, agli stessi fiori che un altro innamorato della Riviera, Raoul Dufy, creava negli anni Venti e Trenta per Bianchini-Férier.

Dopo una lunga pausa creativa - cure familiari, riflessioni sull’oggetto dei suoi interessi, studi sui temi che le sono cari - riesplode il desiderio di tornare a dipingere, di stendere il colore su un foglio di carta. L’occasione è un lungo viaggio a Creta, altra terra del sole: il primo soggetto è l’Onosma erectum, pianta endemica dell’isola, di cui ritrae con finezza il fiore giallo vellutato e le foglie dai caratteristici lunghi peli rigidi. Da allora è come un fiume in piena.
Maria Pia non smetterà più di dipingere, quasi a recuperare i lunghi anni di silenzio. Dipinge con passione, quasi con furore, se questo termine non fosse in aperta contraddizione con una natura che appare particolarmente mite e schiva. Le sue scelte non sono programmate, ma dettate dai suoi amori. È attratta dai modesti fiori spontanei ed ecco la Bryonia cretica, dalle eleganti volute, il non-ti-scordar-di-me e le campanule, le aquilegie e le giunchiglie, posate sul foglio con grande senso dell’impaginazione. Ma è attratta anche dai tulipani, a volte così semplici ed eleganti, a volte così bizzarri e frastagliati. Continua a leggere

9 commenti:

  1. grandissimi complimenti!!! sembrano foto...i particolari sono perfetti... che talento!!!! ciao e buona serata!

    RispondiElimina
  2. Complimenti sinceri all'artista Maria Pia!

    RispondiElimina
  3. Incantevoli, alcuni sembrano davvero fotografie.

    RispondiElimina
  4. Catturano invero una partecipata attenzione!

    RispondiElimina

E' possibile commentare nelle seguenti modalità:
1) Google/Blogger: occorre registrarsi gratuitamente a Google/Blogger.
2) OpenID: ancora in fase beta, consente di commentare utilizzando un account comune ad alcune piattaforme.
3) Nome/URL: basta immettere un nome (nick) ed il proprio indirizzo (se si possiede un sito/blog).
Ho dovuto eliminare la possibilità di commento anonimo per troppi commenti spam.