sabato 10 dicembre 2011

"Parliamo di pensioni", poesia del sabato.




PARLIAMO DI PENSIONI
Di Marino Cassini

Un asino, un cavallo e un leone
discutevan con rabbia la questione
su come far quadrare a fine mese
la pensione con i pasti e con le spese.
"Trecento euro prendo e poco più
e vivo proprio peggio dei bantù.
Mangio solo paglia e un po' di fieno"
disse il cavallo in tono poco ameno.
"A chi lo dici!" ragliò l'asino spellato,
"Ho trascorso una vita da dannato
e sol duecento euro ora mi danno
e vivo derelitto e con affanno."
"Di certo più di voi son fortunato:
prendo seicento euro e tiro il fiato.
Arrivo facilmente a fine mese
perché risparmio più d'uno scozzese"
disse il leone, re della foresta,
scuotendo mestamente la sua testa.
"Ma c'è una cosa che mi fa dispetto
e che, confesso, non mi piace affatto.
Si tratta di quel dono prediletto
di cui gode da sempre il signor gatto.
Avendo sette vite, quel furbetto,
sette pensioni si gode il maledetto!"

4 commenti:

  1. Quanta verità in questa divertente e triste poesia...

    RispondiElimina
  2. quanti gatti ci sono, ma pagano e subiscono sempre gli asini!

    RispondiElimina

E' possibile commentare nelle seguenti modalità:
1) Google/Blogger: occorre registrarsi gratuitamente a Google/Blogger.
2) OpenID: ancora in fase beta, consente di commentare utilizzando un account comune ad alcune piattaforme.
3) Nome/URL: basta immettere un nome (nick) ed il proprio indirizzo (se si possiede un sito/blog).
Ho dovuto eliminare la possibilità di commento anonimo per troppi commenti spam.