venerdì 11 novembre 2011

Ho catturato la Luna...


11-11-11 una data interessante quella di oggi, poteva esserci anche la Luna piena, aggiungo io! Lo era ieri come si può leggere nel bel post dell blog dell'osservatorio di Perinaldo, ma io ho voluto fotografarla questa sera la Luna della neve. Ho aspettato in giardino che sorgesse dalla collina dietro Campolongo. È stato un attimo, prima il suo chiarore ha illuminato il cielo, poi è apparsa dietro agli alberi e infine si è guadagnata il suo posto di regina dei cieli. In questo breve tempo ho scattato una serie di fotografie per condividere con voi lo spettacolo a cui ho assistito. Cosa ne pensate?
Cliccate sulle immagini per guardarle ingrandite.








Mentre aspettavo che la Luna sorgesse, mi sono divertita a fotografare, molto probabilmente, il gigante del sistema solare, Giove che giovedì ha affiancato la Luna per tutta la notte. 

6 commenti:

  1. che meraviglia,sembra un ricamo! foto davvero bellissime!
    mentre ti scrivo è ancora buio, la luna è ancora nel cielo che lo rischiara di una luce d'argento. sta quasi tramontando... i pettirossi iniziano i loro canti. buona giornata!

    RispondiElimina
  2. Splendida! Grazie, Rob.

    annarita

    RispondiElimina
  3. Ieri sera, con il suo chiarore e la sua calma, sembrava una dolce nonna che volesse tranquillizzarci e prenderci per mano dopo l'inclemenza del tempo di alcuni giorni fa.... e chissà, forse anche darci fiducia per un futuro più sereno.

    RispondiElimina
  4. Bellissime foto! Ma che obiettivo hai usato?

    RispondiElimina
  5. @Giulio ho usato la mia coolpix500 che possiede un obiettivo 36X, l'ho usata in modalità auto con l'inserimento dello zoom digitale al massimo, ovviamente su cavalletto.
    Ciao

    RispondiElimina
  6. Cara Robbie,
    poco fa, vedendo la barzerima che hai pubblicato, ho rivisto la tua sequenza lunare che non esito a definire stupenda per quel susseguirsi di immagini che digradano lentamente dalla pienezza del fogliame degli alberi che si va via via sfoltendo fino ad annullarsi in un puntino bianco.

    E l'ho nuovamente ammirata . stavolta da un punto di vista filosofico che mi ha suggerito il destino di una vita che, raggiunta la sua pienezza digrada lentamente verso l’oblio per spegnersi in un puntino bianco, solo e abbandonato in un infinito nero. Ed è triste pensare che ricordi, illusioni, mete raggiunte, vengano vanificati.

    E allora ho voluto rivedere la sequenza ma partendo dal basso, riesaminando le immagini non “in declino”, ma ”in costruzione” . Quel susseguirsi di rami che a poco a poco aumentano per arrivare alla pienezza, come in un “crescendo” musicale.

    Ti devo dire la verità. La mia verità di ottantenne. Tra le due prospettive preferisco la seconda.

    Un abbraccio.

    Marino.

    RispondiElimina

E' possibile commentare nelle seguenti modalità:
1) Google/Blogger: occorre registrarsi gratuitamente a Google/Blogger.
2) OpenID: ancora in fase beta, consente di commentare utilizzando un account comune ad alcune piattaforme.
3) Nome/URL: basta immettere un nome (nick) ed il proprio indirizzo (se si possiede un sito/blog).
Ho dovuto eliminare la possibilità di commento anonimo per troppi commenti spam.