giovedì 29 aprile 2010

Blogs as graphs

Circa un mese fa sul blog dell'amico Peppe, Rangle, ho letto un post in cui si dava la possibilità di trasformare in grafico il proprio sito o blog. L'ho trovato molto carino, e ho chiesto a Peppe se potevo condividerlo. Personalmente mi ha attirato la costruzione del grafico, vederlo formare è piacevole. Dico vederlo formare perchè se devo essere sincera questo è l'unico aspetto che riesco capire. Provate anche voi.

Dal sito Rangle

La struttura di un blog (o di qualsiasi sito web) è scritta nel linguaggio XHTML che prevede l’uso di particolari “etichette”, chiamate Tag o Elementi, deputate ad identificare porzioni di documento (testo, elementi grafici, elementi multimediali…) e ad assegnare loro informazioni di tipo strutturale, semantico e presentazionale. Poiché i tag sono nidificati in altri tag (ogni tag aperto dentro un altro deve essere anche chiuso dentro l’altro, e ne eredita le proprietà), essi sono disposti in modo gerarchico e la gerarchia può essere rappresentata come un grafico.
Marcel Salathe ha realizzato un applet che permette di visualizzare un sito web come un grafico sfruttando queste caratteristiche dei tag HTML, utilizzando un semplice schema di colori (associando cioè ad ogni tag un colore diverso) che è il seguente:
blu: per i links (A tag)
rosso: per le tables (TABLE, TR and TD tags)
verde: per i DIV tag
violetto: per le immagini (IMG tag)
giallo: per le forms (FORM, INPUT, TEXTAREA, SELECT and OPTION tags)
arancione: per linebreaks and blockquotes (BR, P, and BLOCKQUOTE tags)
nero: per il tag HTML
grigio: per tutti gli altri tags
Inserendo l'indirizzo del vostro sito web potrete generare il vostro personalissimo grafico. Questo
è isolacometivorrei.




2 commenti:

  1. Bello! Sembrano quasi dei fiori o uno strano fiocco di neve :-)

    RispondiElimina

E' possibile commentare nelle seguenti modalità:
1) Google/Blogger: occorre registrarsi gratuitamente a Google/Blogger.
2) OpenID: ancora in fase beta, consente di commentare utilizzando un account comune ad alcune piattaforme.
3) Nome/URL: basta immettere un nome (nick) ed il proprio indirizzo (se si possiede un sito/blog).
Ho dovuto eliminare la possibilità di commento anonimo per troppi commenti spam.