sabato 27 febbraio 2010

La fontana, parte terza.

Disegno di E. Chigot primi anni del 1900

Quello che segue è il commento che ha lasciato questa sera il tecnico del comune di Isolabona, geometra Silvano Lamberti.
Mi sembra doveroso pubblicarlo sotto forma di post per dare all'Amministrazione la dovuta visibilità.
A questo punto non ci resta altro da fare che aspettare. Comunque, vorrei aggiungere che, questo materiale usato per l'impermeabilizzazione, non mi piace, è lucido, e dà un effetto plastico che mal combina con l'insieme delle pietre scistose che la compongono.

Silvano Lamberti ha detto...

In quanto citato da Alberto e visti i commenti, voglio precisare quanto segue.
Con richiesta ns. prot. n. P1791 del 01/07/2008 di autorizzazione rivolta al Ministero dei Beni Culturali c/o la Soprintendenza per i Beni Ambientali ed Architettonici della Liguria con sede in Genova, l'Ufficio Tecnico faceva istanza per l'esecuzione di lavori urgenti per la manutenzione straordinaria della fontana. Il 30/08/2008 la Soprintendenza comunicava che per emettere l'autorizzazione di competenza "appare necessario effettuare un sopralluogo congiunto per individuare le opere necessarie ad eliminare le cause del degrado..".
Dopo mesi l'Architetto della Soprintendenza è intervenuto ed è stato effettuato il sopralluogo citato.
Le prescrizioni, valutate e concordate, sono state quelle di provvedere: prima di tutto alla ripresa della spaccatura di forma circolare dello strato superficiale dell'intonaco a tenuta stagna del fondo della vasca ottagonale ed alla sigillatura stagna dei giunti delle lastre in pietra formanti il perimetro della stessa; con la prescrizione dell'utilizzo di materiali adeguati al manufatto, in particolare mantenendo l'impermeabilizzazione dell'interno con colorazione il più possibile simile all'aspetto delle pietre che formano la vasca stessa.
Pertanto l'Amministrazione tramite l'Ufficio Tecnico ha incaricato la Ditta Fognini, in quanto già operante in loco e disponibile ad effettuare i lavori a titolo gratuito.
Lavori che allo stato attuale sono in corso. Il deprecato fondo azzurrino che si nota adesso è semplicemente la prima mano del materiale impermeabilizzate. La vasca è stata riempita in quanto occorre aspettare e verificarne la tenuta per poi completare l'opera che sarà nel suo interno, all'aspetto, con la colorazione il più vicino possibile alla pietra con la quale la vasca è formata, secondo le prescrizioni sopra riportate.
Grazie per l'attenzione.

In quanto citato da Alberto e visti i commenti, voglio precisare quanto segue.
Con richiesta ns. prot. n. P1791 del 01/07/2008 di autorizzazione rivolta al Ministero dei Beni Culturali c/o la Soprintendenza per i Beni Ambientali ed Architettonici della Liguria con sede in Genova, l'Ufficio Tecnico faceva istanza per l'esecuzione di lavori urgenti per la manutenzione straordinaria della fontana. Il 30/08/2008 la Soprintendenza comunicava che per emettere l'autorizzazione di competenza "appare necessario effettuare un sopralluogo congiunto per individuare le opere necessarie ad eliminare le cause del degrado..".
Dopo mesi l'Architetto della Soprintendenza è intervenuto ed è stato effettuato il sopralluogo citato.
Le prescrizioni, valutate e concordate, sono state quelle di provvedere: prima di tutto alla ripresa della spaccatura di forma circolare dello strato superficiale dell'intonaco a tenuta stagna del fondo della vasca ottagonale ed alla sigillatura stagna dei giunti delle lastre in pietra formanti il perimetro della stessa; con la prescrizione dell'utilizzo di materiali adeguati al manufatto, in particolare mantenendo l'impermeabilizzazione dell'interno con colorazione il più possibile simile all'aspetto delle pietre che formano la vasca stessa.
Pertanto l'Amministrazione tramite l'Ufficio Tecnico ha incaricato la Ditta Fognini, in quanto già operante in loco e disponibile ad effettuare i lavori a titolo gratuito.
Lavori che allo stato attuale sono in corso. Il deprecato fondo azzurrino che si nota adesso è semplicemente la prima mano del materiale impermeabilizzate. La vasca è stata riempita in quanto occorre aspettare e verificarne la tenuta per poi completare l'opera che sarà nel suo interno, all'aspetto, con la colorazione il più vicino possibile alla pietra con la quale la vasca è formata, secondo le prescrizioni sopra riportate.
Grazie per l'attenzione.

In quanto citato da Alberto e visti i commenti, voglio precisare quanto segue.
Con richiesta ns. prot. n. P1791 del 01/07/2008 di autorizzazione rivolta al Ministero dei Beni Culturali c/o la Soprintendenza per i Beni Ambientali ed Architettonici della Liguria con sede in Genova, l'Ufficio Tecnico faceva istanza per l'esecuzione di lavori urgenti per la manutenzione straordinaria della fontana. Il 30/08/2008 la Soprintendenza comunicava che per emettere l'autorizzazione di competenza "appare necessario effettuare un sopralluogo congiunto per individuare le opere necessarie ad eliminare le cause del degrado..".
Dopo mesi l'Architetto della Soprintendenza è intervenuto ed è stato effettuato il sopralluogo citato.
Le prescrizioni, valutate e concordate, sono state quelle di provvedere: prima di tutto alla ripresa della spaccatura di forma circolare dello strato superficiale dell'intonaco a tenuta stagna del fondo della vasca ottagonale ed alla sigillatura stagna dei giunti delle lastre in pietra formanti il perimetro della stessa; con la prescrizione dell'utilizzo di materiali adeguati al manufatto, in particolare mantenendo l'impermeabilizzazione dell'interno con colorazione il più possibile simile all'aspetto delle pietre che formano la vasca stessa.
Pertanto l'Amministrazione tramite l'Ufficio Tecnico ha incaricato la Ditta Fognini, in quanto già operante in loco e disponibile ad effettuare i lavori a titolo gratuito.
Lavori che allo stato attuale sono in corso. Il deprecato fondo azzurrino che si nota adesso è semplicemente la prima mano del materiale impermeabilizzate. La vasca è stata riempita in quanto occorre aspettare e verificarne la tenuta per poi completare l'opera che sarà nel suo interno, all'aspetto, con la colorazione il più vicino possibile alla pietra con la quale la vasca è formata, secondo le prescrizioni sopra riportate.
Grazie per l'attenzione.

In quanto citato da Alberto e visti i commenti, voglio precisare quanto segue.
Con richiesta ns. prot. n. P1791 del 01/07/2008 di autorizzazione rivolta al Ministero dei Beni Culturali c/o la Soprintendenza per i Beni Ambientali ed Architettonici della Liguria con sede in Genova, l'Ufficio Tecnico faceva istanza per l'esecuzione di lavori urgenti per la manutenzione straordinaria della fontana. Il 30/08/2008 la Soprintendenza comunicava che per emettere l'autorizzazione di competenza "appare necessario effettuare un sopralluogo congiunto per individuare le opere necessarie ad eliminare le cause del degrado..".
Dopo mesi l'Architetto della Soprintendenza è intervenuto ed è stato effettuato il sopralluogo citato.
Le prescrizioni, valutate e concordate, sono state quelle di provvedere: prima di tutto alla ripresa della spaccatura di forma circolare dello strato superficiale dell'intonaco a tenuta stagna del fondo della vasca ottagonale ed alla sigillatura stagna dei giunti delle lastre in pietra formanti il perimetro della stessa; con la prescrizione dell'utilizzo di materiali adeguati al manufatto, in particolare mantenendo l'impermeabilizzazione dell'interno con colorazione il più possibile simile all'aspetto delle pietre che formano la vasca stessa.
Pertanto l'Amministrazione tramite l'Ufficio Tecnico ha incaricato la Ditta Fognini, in quanto già operante in loco e disponibile ad effettuare i lavori a titolo gratuito.
Lavori che allo stato attuale sono in corso. Il deprecato fondo azzurrino che si nota adesso è semplicemente la prima mano del materiale impermeabilizzate. La vasca è stata riempita in quanto occorre aspettare e verificarne la tenuta per poi completare l'opera che sarà nel suo interno, all'aspetto, con la colorazione il più vicino possibile alla pietra con la quale la vasca è formata, secondo le prescrizioni sopra riportate.
Grazie per l'attenzione.

10 commenti:

  1. SE le cose stanno così, basta solo aspettare la conclusione dei lavori con fiducia. Sicuramente visto il polverone che si e sollevato sul colore della fontana, ci staranno ben attenti a far si che i lavori vengano svolti al meglio. (speriamo...)
    Buona vita, Viviana

    RispondiElimina
  2. Tutto è bene ciò che finisce bene... e, come dice il saggio: "L'ultimo chiuda la porta" [cit. le storie di Nick Carter] :-)

    RispondiElimina
  3. ...Non resta che aspettare per verificare sul campo...

    RispondiElimina
  4. Quindi era, come mi ero immaginato e avevo detto nell'altro commento, un work in progress.

    Chi mi ha preceduto dice "aspettiamo".
    Aspettiamo, ma nello stesso tempo vogliamo sapere quando il lavoro sarà finito.

    RispondiElimina
  5. @Alberto, soprattutto vigiliamo!!!

    RispondiElimina
  6. Complimenti, se non fosse stato per te probabilmente tutto sarebbe rimasto così come l'avevano lasciato. E' un vero piacere sentire l'amore che provi per tutto ciò che ti circonda, per le tue radici...
    Ancora complimenti, a presto
    Maria Rosa

    RispondiElimina
  7. passo perchè finalmente ho tempo di rileggervi con calma...felice serata

    RispondiElimina
  8. Baruffa o Maistrettu3 marzo 2010 15:39

    sentite l'Architetto Leone della soprintendenza, quello che hanno fatto è uno schifo e non c'è delibera o autorizzazione che tenga. svuotate la fontana e raschiate sta schifezza, il primo che si fa avanti lo mettete a bagnomaria.. io se avete bisogno vi do una mano.
    Baruffa o Maistrettu

    RispondiElimina
  9. a proposito della FONTANA..sto impazzendo xchè ne ho assemblata una identica nel giardino e la devo impermeabilizzare...posso sapere a chi vi siete rivolti per far fare il lavoro..??????Paolo Grazie

    RispondiElimina

E' possibile commentare nelle seguenti modalità:
1) Google/Blogger: occorre registrarsi gratuitamente a Google/Blogger.
2) OpenID: ancora in fase beta, consente di commentare utilizzando un account comune ad alcune piattaforme.
3) Nome/URL: basta immettere un nome (nick) ed il proprio indirizzo (se si possiede un sito/blog).
Ho dovuto eliminare la possibilità di commento anonimo per troppi commenti spam.