lunedì 28 dicembre 2009

Soluzione dell'indovinello.




Cliccare sull'immagine per vederla ingrandita

Ebbene anche questa volta molti di voi hanno indovinato, la più veloce è stata chica che dal Brasile (che invidia), ha detto che si tratta di un fungo, Viviana è stata la seconda, BRAVISSIMA perchè ha saputo anche individuarne la specie.
Si tratta infatti di una Vescia Lycoperdon perlatum, meglio conosciuta nel dialetto ligure con il nome di peto de luvo da wikipedia [...]"flatulenza di lupo", per la nube polverulenta che si sprigiona in seguito alla sollecitazione di esemplari di età avanzata)[...]
Se volete altre notizie leggete qui .

Ho postato questo indovinello perchè mi ha colpito il contesto in cui questo piccolo fungo ha trovato la forza di nascere, è emerso anche in alcuni commenti, l'essere circondato da pietre, la poca terra a sua disposizione.... sono stati gli elementi che hanno attirato la mia attenzione facendomi riflettere sul fatto di quanto la natura sia generosa.
A proposito di natura, avete visto che belle olive, sono sopravvissute alla neve, al gelo e hanno dato un olio fantastico con una resa ottima nonostante fossero piccine, sarà che la Mara è un luogo unico!!!



Bhe, con una vista così, con il mare all'orizzonte non può essere altrimenti.

9 commenti:

  1. Cosi,non sono fato bruta fugura,srrssr... la natura é proprio bella e fa vedere sus forza!baci,chica

    RispondiElimina
  2. Bravissime Chica e Viv.

    Io ero incerta, Rob, per la stagione un po' avanzata e poi non vedendo bene la superficie...come asserito nel commento al post precedente.

    Insomma non ho voluto sbilanciarmi più di tanto, va!;)

    RispondiElimina
  3. Meno male che non ho partecipato, almeno ho evitato una figuraccia.
    Dico ugualmente quale risposta volevo dare? Vabbe' lo faccio però non mi prendete in giro:
    una pallina di naftalina.
    Visto? è andata meglio così.
    Ma forse c'è una spiegazione: a me non piacciono i funghi, non li ho mai mangiati.

    RispondiElimina
  4. Devo dire che conosco le vescie e mai avrei pensato che potessero crescere fra le rocce. Infatti avevo scartato subito l'ipotesi proprio per il terreno... Io le ho viste sempre solo in mezzo ai prati.
    Complimenti a chi ha indovinato!

    RispondiElimina
  5. Complimenti a chi ha indovinato.

    RispondiElimina
  6. Wooooowwww divento rossa!
    Prima di rispondere ho guardato l'immagine del fungo a lungo e avevo il nome sulla punta della lingua. mi sono scervellata un bel po prima di ricordare il nome ma poi mi sono ricordata che questi funghi sono buoni da mangiare e tagliati a fette, si possono cucinare impanati, al burro o in altri modi. Devo pero dire che ero anche incerta vista la stagione e il terreno perche li ho sempre visti nei prati e non in questo periodo.
    Grazie per i complimenti. Buona vita, Viviana

    RispondiElimina
  7. Hai proprio ragione la natura sà essere generosa... e queste foto lo dimostrano...
    Ciao Roberta grazie della visita e degli auguri... che contraccambierò tra qualche giorno (devo ancora riprendermi dal Natale... hehehehehe)... ma ti lascio una buona giornata... un abbraccio

    RispondiElimina
  8. certo che dopo le intemperie di questi giorni, un fungo, per giunta delicato, è proprio un bel regalo della natura...

    RispondiElimina
  9. ecco cos'era! buona serata!

    RispondiElimina

E' possibile commentare nelle seguenti modalità:
1) Google/Blogger: occorre registrarsi gratuitamente a Google/Blogger.
2) OpenID: ancora in fase beta, consente di commentare utilizzando un account comune ad alcune piattaforme.
3) Nome/URL: basta immettere un nome (nick) ed il proprio indirizzo (se si possiede un sito/blog).
Ho dovuto eliminare la possibilità di commento anonimo per troppi commenti spam.