martedì 5 maggio 2009

La libertà

L’uomo veramente libero è colui che rifiuta un invito a pranzo senza sentire il bisogno di inventare una scusa.
(Jules Renard)

8 commenti:

  1. Secondo m si può fare, ma è perchè senti altri vincoli, quindi non so fino a che punto si possa parlare di libertà...

    RispondiElimina
  2. non ne sarei capace!!!

    RispondiElimina
  3. la scusa a volte è una forma di gentilezza nei confronti di chi fa l'invito...la libertà forse non si misura su come rifiuti un invito a cena...Buonanotte Roberta

    RispondiElimina
  4. Troppo spesso ci sentiamo vincolati al rispetto di norme di "cortesia" che finiscono per diventare una vera e propria catena. Catene che bisognerebbe spezzare.
    Concordo però con la signora in rosso quando afferma che a volte la scusa è "una forma di gentilezza."
    Se per es. mi invitasse a pranzo una vecchia zia, sarebbe difficile farle digerire (per restare in tema di pranzi) un no secco.
    Ciao.

    RispondiElimina
  5. Ho paura ach'io che non sia così semplice. Apprezzo la schiettezza e la sincerità, ma ha volte è necessario il compromesso.

    RispondiElimina
  6. è così...ci penso spesso, ma è così...e ci provo altrettanto spesso...un bacio

    RispondiElimina

E' possibile commentare nelle seguenti modalità:
1) Google/Blogger: occorre registrarsi gratuitamente a Google/Blogger.
2) OpenID: ancora in fase beta, consente di commentare utilizzando un account comune ad alcune piattaforme.
3) Nome/URL: basta immettere un nome (nick) ed il proprio indirizzo (se si possiede un sito/blog).
Ho dovuto eliminare la possibilità di commento anonimo per troppi commenti spam.