domenica 1 febbraio 2009

Ve le ricordate?

Ve le ricordate?
Io si e ogni tanto me le guardo con un po' (tanta) nostalgia.......
Sono sette anni che le nostre amate lire hanno lasciato il posto a questi .

Tutti giorni lotto con mio figlio per fargli capire quanto sia importante contare anche i centesimi....dal canto suo mi risponde che sono una mamma "tignosa" ma alla fine accetta i miei no e le mie spiegazioni......

Effettivamente mi considero una tirchia, perchè da buona formichina faccio i conti trasformando gli euro in lire. Molti dicono che è un ragionamento sbagliato perché si guadagna in euro, ma io il raddoppio dei miei guadagni non l'ho ancora visto a distanza di sette anni....e voi?

11 commenti:

  1. certo che me le ricordo... e ogni tanto mi piace aprire un piccolo cofanetto dove ho conservato qualche monetina e un paio di banconote.
    Le mie preferite sono e restano le vecchie mille lire pre-montessori... restano le più belle in assoluto

    RispondiElimina
  2. Un particolare ringraziamento per essere venuta a commentare, mi fa piacere e mi lusinga.
    Approfitto e leggo del tuo interessante post. Ricordo, e lo ricordo molto bene, il mio primo stipendio essere stato di cinque mila lire alla settimana: tanti, ma tanti anni fa.

    Un caro saluto.
    Rino, riconoscente.

    RispondiElimina
  3. Mi fa piacere trovare qui il caro amico Rino. Ultimamente sono diventata il fil rouge, una specie di ponte, tra cari amici...e questo mi rende felice.

    Per tornare alla tua domanda, cara Roberta, eccome se ricordo le vecchie lire.

    Anche a me capita frequentemente di trasformare in lire gli euro. Sarà sbagliato, non te lo saprei dire, ma mi viene naturale e non fa male a nessuno, no?

    Baci
    annarita

    RispondiElimina
  4. anch'io ne ho conservate un po' per i miei figli ... ma non è ancora ora di tirarle fuori ... ^__^

    RispondiElimina
  5. Me le ricordo eccome. Il bello è che a me son rimasti anche dei franchi francesi. E mi ricordo anche quelli.

    RispondiElimina
  6. @annarita, sono io che ti devo ringraziare di avermi dato modo di conoscere rino, il suo blog lo trovo molto interessante e sicuramente dal punto di vista culturale un punto di riferimento.
    Un caloroso abbraccio Roberta.

    RispondiElimina
  7. Ricordo sì, le vecchie lire.
    Io però non "trasformo" più: mi spaventa troppo...:-)
    - non posso pensare di "mandare in fumo" £ 7.000/ ... noo non te lo dico :-(
    bacioni, Roby
    g

    RispondiElimina
  8. lasciamo perdere va....in ogni caso...me le ricordo eccome che nostalgia! :)

    RispondiElimina
  9. Io comunque faccio sempre la mia trasformazione, mi sembra di avere un giusto valore della merce, poi compro lo stesso e a volte mi scoccio perchè gli stipendi non sono duplicati!!!

    RispondiElimina
  10. shhhh .... mi sa che son tirchio pure io...

    RispondiElimina
  11. Anche se io continuo a dire "eh, ma 100 euro sono 100.000 lire"+mi seno rispondere SEMPRE "NO, 100 euo sono 100 euro".... ma le entrate (anche se sono in euro) sono pari alle vecchie lire)
    pensiero contorto???
    un bacio
    Maria Rosa

    RispondiElimina

E' possibile commentare nelle seguenti modalità:
1) Google/Blogger: occorre registrarsi gratuitamente a Google/Blogger.
2) OpenID: ancora in fase beta, consente di commentare utilizzando un account comune ad alcune piattaforme.
3) Nome/URL: basta immettere un nome (nick) ed il proprio indirizzo (se si possiede un sito/blog).
Ho dovuto eliminare la possibilità di commento anonimo per troppi commenti spam.