mercoledì 7 gennaio 2009

Le mamme fermano le macchine




Quest'oggi è ripresa la scuola dopo le vacanze di Natale, e come si può vedere dalla fotografia, nulla è cambiato....il solito caos!
Il posto riservato allo scuolabus era occupato...... così ha dovuto aspettare i bambini parcheggiato in mezzo alla strada!!!




Due mamme si sono offerte per fermare il traffico e far passare i bambini, io dall'alto ho fatto qualche foto e vi posso dire che nonostante il semaforo rosso, più di una macchina si è fermata all'ultimo momento....!!!

Oggi vi ho voluto fare questo piccolo reportage dell'uscita di scuola perchè qui ne avevamo parlato e dopo la riunione in Comune in presenza del Sindaco si era deciso che si sarebbe fatto sicuramente qualcosa.

Le mamme oggi hanno dimostrato di "voler fare", adesso aspettiamo il contributo del Comune!!!
Ribadisco che questo strumento è nato soprattutto per trovare un dialogo virtuale su cose concrete tra noi cittadini e l'amministrazione comunale a cui rinnovo il mio invito a rispondere tramite "qualunque amministratore".

Aspettiamo, tanto ci siamo abituati!!!
E voi cosa pensate di queste mamme Volenterose?

14 commenti:

  1. Ciao Roby,
    mamme ammirevoli! Sopperiscono alle carenze amministrative...Un contributo non da poco direi.
    un saluto caro
    giovanna

    RispondiElimina
  2. Mamme intraprendenti che hanno dimostrato buonsenso e senso civico al posto di qualcun altro.
    Ciao a presto!

    RispondiElimina
  3. Sempre stata favorevole alle autogestioni.
    Mia figlia ha frequentato l'asilo steineriano e noi mamme ci siamo sempre autogestite in tutto, imparando la logica del "non chiedere nulla" e abbandonando quella del "tutto dovuto": funzionava molto bene!
    A turno si puliva, si cucinava, si montavano e si smontavano piccole infrastrutture, si facevano le lavatrici e si procurava la legna per riscaldare l'asilo. Gran bella esperienza.
    A 4 anni, una mattina mia figlia era corrucciata e mi disse che io non ero come le altre mamme perchè non portavo mai la pentola del cibo. Allora le spiegai che io avevo l'incarico di procurare la legna che mi esonerava dal cucinare: "Allora tu sei la legnaia!" disse sollevata e mi dimostrò come vedere noi le insegnasse a "dare" e non a chiedere...
    Però lì da voi ci vuole un vigile, uno di quelli della polizia locale della C.M.I. che viene a Vallebona a rompere i c...... facendo multe assurde e rischiando anche qualche mascata!
    Chiedete a Dolceacqua in Comunità Montana se il comune di Isolabona non vi ascolta, ma insistete, i bambini vanno assolutamente tutelati.

    RispondiElimina
  4. La strada davanti alla scuola è molto trafficata e pericolosa per i bambini, come dice Pia, ci vuole un vigile, magari un "nonno vigile" come ce ne sono in altre città.
    Ciao Gturs.

    RispondiElimina
  5. Posteggiare dove vietato è una abitudine ben troppo abitata in qualunque città nel mondo...
    A Palermo posteggiano tranquillamente sulle strisce, davanti le fermate dei pullman (e ti suonano pure col clacson se non ti sposti!!!) e soprattutto in doppia, tripla, quadrupla fila...

    RispondiElimina
  6. ciao Gturs....buon anno e buona battaglia!! Sai cosa penso di queste mamme? che sono forti e volenterose...ma tempestate l'amministrazione per chè faccia il suo dovere....il vostro aiuto per fare il passaggio pedonale è importante, ma loro devo garantire la legalità e usare gi strumenti che hanno a disposizione! un abbraccio

    RispondiElimina
  7. scusate, ma la vigilessa che fine ha fatto? la vedevo spesso la mattina davanti alla scuola.....
    tanto di cappello alle mammme, ma mi sembra che un vigile in un paese sia il minimo...... le tasse, voi come noi, non le pagate alle mamme, ma al comune!

    RispondiElimina
  8. la scuola è una baracca...l'ho trovato scritto su un post it da mio figlio undicenne...che l'anno scorso frequentava scuola a isolabona, dove occorreva andare a prendere i figli a scuola pena la segnalazione ai carabinieri, peccato che l'altro figlio frequentasse le scuole media a pigna , dove allo stesso orario di uscita il pulmino a volte c'era a volte no...soprattutto nella fase iniziale. Mille grazie alla saggezza delle insegnanti di questa scuola... tralascio il fatto che esistono famiglie monogenitoriali, donne che lavorano, nonni troppo anziani. Oltre ad una amministrazione totalmente incurante delle esigenze dei nostri ragazzi, che per giocare a tennis in un campo da calcio, devono pagare circa 7 euro orari (alla faccia della reticella di cartier)...ma già,da una certa età in su fa' molto più comodo considerarli solo dei vandali, invece di offrir loro sicurezza e servizi che li facciano sentire fieri di vivere in questi borghi.

    RispondiElimina
  9. Ciao, hai fatto benissimo a citare questo tipo di problema, in quanto ne riserva l'incolumità dei bambini stessi. A quanto vedo l'amministrazione comunale, o almeno qualche membro di cui ne fà parte, dovrebbe intervenire ogni tanto ai tuoi utilissimi post. Ti consiglierei di scrivere due righe di protesta e manda il tutto ai giornali web come www.riviera24.it o www.sanremonews.it Volevo inoltre ricordare, ai signori amministratori che tutto quello che sta facendo questa donna gturs con la creazione di questo blog, che il paese di Isolabona ne sta giovando sopratutto sul lato turistico, perchè risalta tradizioni e culture oltre che curiosità, che tanta gente non del posto, non conosceva. Son sicuro che queste persone del comune sono a conoscenza del blog, ma leggono e curiosano senza aver il coraggio di rispondere. ps: se non è così, fatecelo sapere. Grazie.

    RispondiElimina
  10. Amministrazione Comunale14 gennaio 2009 18:09

    In riferimento all’articolo apparso sul suo blog in data 7 gennaio a nome dell’Amministrazione rispondo che:
    - nell’ultimo incontro l’Amministrazione ha garantito l’istituzione dei “genitori vigili” e così sta facendo. All’ordine del giorno della prossima Giunta Comunale è previsto l’esame di uno specifico regolamento che darà immediata esecuzione a quanto emerso nell’incontro sopra ricordato. E’ superfluo ricordare che comunque il dialogo esiste ed anche la collaborazione, prova ne sono le fotografie che mi ritraggono all’uscita della scuola per vigilare insieme ad altre mamme sulla sicurezza dei nostri ragazzi;
    - per quanto attiene la formale costituzione di una commissione mensa è invece l’Amministrazione che attende i due nominativi dei genitori, come concordato nella riunione sopra ricordata, per integrare quelli che stabilirà l’Amministrazione.
    L'Assessore ai Servizi Sociali
    (Sandra MICELI)

    RispondiElimina
  11. @amministrazione comunale, finalmente!!!
    In questo momento sono veramente contenta, spero che questo intervento non sia il primo e anche l'ultimo.

    Ieri nel mio post ho espresso la mia delusione verso tutte le mamme....

    Quello di istituire tale figura rientra nei vostri doveri, poi staremo a vedere se le mamme parteciperanno, io sicuramente si e sicuramente lo rifarà Sandra, persona amica da sempre e disponibile al dialogo.

    Per quanto riguarda la commissione mensa sarà compito dell'assessore chiedere i nominativi.
    Grazie della vostra partecipazione alla discussione.

    RispondiElimina
  12. Facendo seguito al Suo ultimo post relativo alla costituenda Commissione mensa Le comunco che la stessa verrà formalizzata a breve e sarà così composta.
    Rappresentante del Comune: Assessore Sandra MICELI;
    Rappresentante genitori scuola dell'infanzia: sig.ra Priscilla MORO;
    Rappresentante genitori della scuola primaria: sig.ra Silvana MALIVINDI.
    L'Assessore ai Servizi Sociali
    (Sandra MICELI)

    RispondiElimina
  13. Facendo seguito al Suo ultimo post relativo alla costituenda Commissione mensa Le comunco che la stessa verrà formalizzata a breve e sarà così composta.
    Rappresentante del Comune: Assessore Sandra MICELI;
    Rappresentante genitori scuola dell'infanzia: sig.ra Priscilla MORO;
    Rappresentante genitori della scuola primaria: sig.ra Silvana MALIVINDI.
    L'Assessore ai Servizi Sociali
    (Sandra MICELI)

    RispondiElimina
  14. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina

E' possibile commentare nelle seguenti modalità:
1) Google/Blogger: occorre registrarsi gratuitamente a Google/Blogger.
2) OpenID: ancora in fase beta, consente di commentare utilizzando un account comune ad alcune piattaforme.
3) Nome/URL: basta immettere un nome (nick) ed il proprio indirizzo (se si possiede un sito/blog).
Ho dovuto eliminare la possibilità di commento anonimo per troppi commenti spam.