martedì 25 novembre 2008

La prima scuola pubblica del ponente ligure

Scuola primaria di Isolabona

Oggi mentre cercavo informazioni interessanti sul sito ventimiglia.biz , sono capitata in questa pagina, la prima scuola pubblica di Pompeiana.
Questa che segue è la storia della sua realizzazione avvenuta nel XVIII secolo

L'
esistenza di una SCUOLA quando sorge in un'area di analfabetismo endemico (a livello popolare) ed in un un periodo storico (inizio XVIII sec.), nel quale le classi dominanti sono per lo più indifferenti ad un processo di elevazione culturale delle masse rurali, la sua realizzazione è comunque un fatto degno di nota: in più è interessante notare come questa scuola sia il prodotto delle interazioni tra la componente popolare e l'unica struttura che (pur con limiti connessi alle distinte temperie socio-culturali) fin quasi alla fine della Repubblica di Genova si occupò concretamente dei problemi delle classi meno abbienti, cioè la CHIESA sotto forma dell'interventismo dei suoi singoli parroci e rettori.
La Pubblica Scuola di Pompeiana è istituita nel 1704 e rientra tra gli scopi assistenziali della Congregazione di Carità; (istituita l'8-VI-1608 con atto notarile redatto da Vincenzo Nuvoloni), più; nota come Confraria od Opera dello Spirito Santo dalla festa principale celebrata il giorno di Pentecoste.
L'atto di Fondazione stabilisce che l'Opera non sia amministrata che dai tre Procuratori e Consoli che ogni anno uno alla volta sono creati ed eletti dai Confrari adunati alla Pentecoste .
Gli amministratori, fruendo dei beni mobili ed immobili dell'Opera formati dalla sottoscrizione di Confrari e da posteriori donazioni, presiedono alla realizzazione degli scopi eminentemente assistenziali della Congregazione: in origine ebbe a scopo, come si esprime l'atto di fondazione, di distribuire alle famiglie degli uomini ascrittisi sussidi nelle feste della Pentecoste, epoca in cui generalmente resta qualche necessità; del luogo perché; tempo di poco aiuto e frutto.
Questa distribuzione si faceva in equa porzione ai Confrari tutti, e v'avean diritto, dopo la morte dei sottoscrittori, i figli, non già; le figlie loro in infinito.
In seguito, per nuovi acquisti fattisi, l'Opera estese su più; larga scala di beneficenza.
Infatti con atto 9 marzo 1704 pel ministero del Notajo Bernardo Fossati stabiliva in Pompeiana una scuola pei ragazzi che non ne avevano ancora .
La scuola passerà all'Amministrazione comunale nel 1784 in forza delle vigenti leggi .
L'atto istituzionale del 1704 e redatto dal notajo Bernardo Fossati, essendo testimoni Giacomo Siffredo di Carlo e Ambrosio Natta di Francesco.

Come al solito, tutto ciò che riguarda la storia mi affascina....
Voi lo sapevate?

5 commenti:

  1. Quali saranno le nostre radici storiche?

    RispondiElimina
  2. evviva la cultura.

    RispondiElimina
  3. gturs preleva i premi creativo e amico nella mia bacheca e i codici da ssterx(tra i miei link).

    Buona notte!

    RispondiElimina
  4. E' curioso come il presidente della Scuola di Pompeiana di cui si parla sia il nostro parroco mai dimenticato Don Luciano.
    Ad multos annos

    RispondiElimina

E' possibile commentare nelle seguenti modalità:
1) Google/Blogger: occorre registrarsi gratuitamente a Google/Blogger.
2) OpenID: ancora in fase beta, consente di commentare utilizzando un account comune ad alcune piattaforme.
3) Nome/URL: basta immettere un nome (nick) ed il proprio indirizzo (se si possiede un sito/blog).
Ho dovuto eliminare la possibilità di commento anonimo per troppi commenti spam.